Fred Vargas, la regina del giallo

Non so bene l’utilità di questo post ma in realtà sicuramente alcuni/e non conoscono Fred Vargas (cioè fate sul serio? Dai scherzate, non la devo presentare davvero…)

Un attimo di perplessità ce l’ho, voglio dire: Come cavolo fate? Per chiunque, che legga un po altro che Cosmo o Glamour ( che leggo anche con grande piacere ma non si tratta di libri… giusto? giusto???? giusto????????), è difficile pressochè impossibile passare affianco dalla regina del giallo.

Francese ( cocorico!!!!) questa donna di ben 2 anni in meno di mia madre (chi se ne frega giusto? nessuno in effetti) di formazione archeologa fa parte delle mie serate d’inverno da qualche tempo oramai.

No, non sono ne un’ appassionata di storia, ne sono una pazzoide che passa le serate a fare del punto croce. Invece, quando il tempo da voglia di uscire quanto ti viene di uscire in bikini dopo natale (sono sicura rendal’idea) Lei arriva con semplicità e si pone li, sulla tua tavola di notte.

Premettendo che sono una pazza di Gialli (e quindi molto critica), che adoro il suspense e che ho letto tutti (tutti quanti sì) i libri di Agatha Christie ( con Hercule Poirot che Miss Marple è troppo moscia) ho voglia di presentare chi mi fa aspettare ognuno dei suoi libri.

L’ho conosciuta nel 2006, con il suo capolavoro nei boschi eterni che ho letto in francese alla veneranda età di 21 anni mentre ero studentessa a Torino.

Tra due libri di storia della filosofia, lei mi rallegro’ per ben 3 giorni. Ovvero il tempo che io misi a leggere le 400/500 pagine del libro.

La scrittura di una fluidità straordinaria porta direttamente alla sede del commissariato del 13 esimo di Parigi dove Jean Baptiste Adamsberg indaga. Un anti-eroe, un fallito in tutto tranne che nel suo lavoro.

Ho continuato a conoscere Fred (certa gente si prende troppi diritti eh), con l’uomo dei cerchi azzurri e un po’ di più sulla destra che ho letto velocemente come il primo libro che me la fece scoprire.

Questi due libri sono stati scritti prima. Ok, moooooolto prima (nel 1991 e 1996, avevo 6 anni)

Poi, poco a poco, ho colmato il mio ritardo e aspettavo da un pò la traduzione del suo ultimo libro Tempi Glaciali che mi è arrivato oggi. SI, ma devo ancora leggere 4 libri o forse 5 prima.

Non so nulla del libro, ma l’ho ricevuto e penso che la mia faccia aprendo il mio pacco Amazon fosse simile a quella di carrie bradshaw davanti ad una nuova borsa Hermes.

Ero talmente felice, che mi sono anche presa una candela all’odore del fiore di cottone e ho tirato fuori la mia tazza “tartan” speciale mafatroppofreddo per concludere la mia atmosfera cocooning….

Capture

Siate contenti non vi ho messo la mia coperta di peluche ne la mia cuffia so sexy.

La candela al fiore di cottone con il suo odore di pulito e di dolcezza che avvolge tutto l’ambiente.

Si trova su Amazon o sul sito a 15,5€. Sì, è cara perché è davvero piccola minuscola ma qua sostenete l’artigianato visto che sono fatte ancora a mano.

Per quanto riguarda la mia tazza da Té, è una chicca che adoro, un pò “british pullover” (per un look dei più moderni…uhm) durante i film di natale che si vedono su Canale 5.

Si trova sul sito che personalizza gli oggetti spreadshirt e li potrete mettere dei Rudolph  ovunque.

Basta parlare di contenitori; passiamo al contenuto… cioè in una tazza così carina non posso mettere altro che un tè di qualità.

Per questo, Mariage Frères è qui col suo tè nero ai sapori di agrumi. Il mio preferito (giuro che non ci sono per nulla rispetto al nome) risponde al dolce nome di Paris Breakfast Tea.

Lo definiscono un te del mattino ma onestamente lo bevo a qualsiasi ora del giorno (e della notte). Il suo gusto di miele e di agrumi lo rendono molto gradevole anche senza zucchero.

Viene presentato nella sua famosa scatola Icone. Nera di metalo che contiene 100gr di tè.

Sono già anche abbastanza 100gr di Tè e la scatola  può essere usata per il cottone poi, il cafè o ancora lo zucchero.

Capture

                                    copyright Mariage Frères

Il tè e la scatola sono a 16€. Questo, rispetto alla candella di prima, non è così caro. infatti per tazza, il vostro Tè sarà a 0,4€, dato che in media se ne usa 2,5gr a tazza (calcolo a livello politecnico).

Quindi, una volta il vostro Kit invernale pronto, non manca altro che Fred Vargas e il suo libro dalla copertina invitante.

Capture

Avete già letto Tempi glaciali? Quale è il vostro libro preferito di Fred Vergas? Avete altri autori di Gialli che consigliate…Ma soprattutto come passate le vostre giornate coccooning d’ inverno?

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *